Storia

Il 23 novembre 1927, presso lo studio del Notaio Reggiori in Via San Martino, a Varese, Pietro Giuseppe Redaelli, fonda la Società Anonima “La Tipografica Varese”. Più di novant’anni fa quella firma marca l’avvio della storia di un’impresa che prosegue e cresce da decenni.
Locale prima, regionale durante la guerra, nazionale dagli anni ’50, europea dagli anni ’90, e infine mondiale nel nuovo millennio: i più bei nomi delleditoria hanno portato i loro libri a stampare a Varese.

Nel tempo abbiamo cambiato sede, siamo cresciuti, nuove persone si sono aggiunte al nostro team. Come tutte le realtà, abbiamo attraversato vicende alterne. Ma abbiamo sempre avuto la forza e le capacità per andare avanti, anche grazie alla dedizione delle tre generazioni della famiglia Redaelli che si sono susseguite al fondatore nella guida de La Tipografica Varese.

Diverse sono state le rivoluzioni tecnologiche che abbiamo vissuto: dalla lito alla composizione a caratteri mobili, dalla linotype alla fotocomposizione digitale. La nostra storia è dunque strettamente legata allinnovazione: non abbiamo mai perso un’opportunità per provare nuove tecnologie, avviare diversi processi produttivi, discutere le nostre esigenze con costruttori e progettisti.

Ogni più evoluta forma di sistema è entrata nel nostro sito produttivo, nell’ottica di diversificare il servizio, offrire un prodotto della massima qualità, soddisfare – e spesso anticipare – le esigenze dei nostri clienti.

1927
1927

Il primo libro

Il primo libro

Il primo volume di cui abbiamo trovato notizia nei nostri archivi è il romanzo, edito da Corbaccio, L’ultimo bohemien (Az utolsó bohém) di Jenő Helati. Scrittore ungherese che visse tra il 1871 e il 1957, come riporta l’enciclopedia Treccani, fu di vena facile, elegante, tra ironico e sentimentale. Scrisse un gran numero di poesie, romanzi, novelle e commedie, tra cui Az utolsó bohém (“L’ultimo bohémien”), nel 1911.

1928
1928

Con il piombo per i caratteri mobili

Con il piombo per i caratteri mobili

L’idea di Gutenberg di fondere singoli caratteri mobili in piombo e non dover incidere più la pagina completa, rende l’arte della stampa un processo produttivo. La possibilità di poter velocemente comporre e scomporre un testo, crea un impulso vincente nella comunicazione stampata. La Tipografica Varese si fa interprete di questa nuova esigenza divulgativa installando le prime macchine tipografiche pianocilindriche.

1929
1929

Da sempre per Mondadori

Da sempre per Mondadori

Con Commedie e Scene vengono ristampati tre capolavori del grande drammaturgo e uomo di teatro Carlo Goldoni, La Locandiera, I Rusteghi e Il ventaglio. L’opera, con scene tra le pi cresce e vivaci del teatro goldoniano, in Italia fu edita da Mondadori. Oggi come nel 1929, collaboriamo con questa importante e riconosciuta realtà sul mercato editoriale italiano.

1930
1930

Un’azienda al servizio del territorio

Un’azienda al servizio del territorio

Un guida che accompagna il lettore allo scoperta dell’affascinante e ricca area varesina. “Varese e la sua provincia”, di Giannetto Dongiovanni e Mario Rivoire, è stata la prima, con copertina a colori, edita e stampata da LTV per il territorio. Un tributo alla “città giardino”, il cui nome è parte del nostro.

1937
1937

Ottant’anni di ristampe della Divina Commedia

La divina commedia

Dal 1937 LTV ristampa la Divina Commedia, un poema allegorico-didascalico scritto in terzine incatenate di endecasillabi in lingua volgare fiorentina, composta tra il 1306/07 e il 1321. Capolavoro di Dante Alighieri, è universalmente ritenuta una delle più grandi opere della letteratura di tutti i tempi, nonché una delle più importanti testimonianze della civiltà medievale, tanto da essere conosciuta e studiata in tutto il mondo.

1938
1938

Scolastica, scolastica, scolastica!

Aritmetica razionale

Sin dagli anni ’30, i testi scolastici hanno rappresentato una lavorazione determinante e costantemente presente in LTV. Dalle nostre stime, più di metà degli studenti italiani ha avuto un libro stampato da noi tra le mani. Le edizioni scolastiche hanno varcato i confini nazionali, per arrivare fino in Francia e in Africa.

1938

La collaborazione con le Ferrovie

La collaborazione con le Ferrovie

Dal 1928 LTV ha instaurato la fondamentale collaborazione con le Ferrovie dello Stato, la più importante società operante nel trasporto ferroviario nel nostro paese. Cominciò tutto negli anni ’30 con la stampa dei fascicoli di servizio e poi continuò con l’Orario Ufficiale, che uscì dalle nostre rotative fino alla sua dematerializzazione. La partnership con le Ferrovie dello Stato ha contraddistinto la nostra storia.

1950
1950

Perché cercare i caratteri, quando si può fondere la pagina intera?

Perché cercare i caratteri, quando si può fondere la pagina intera?

L’operatore non deve più cercare i singoli caratteri nella cassa tipografica, ma digita il testo come se fosse su una normale macchina da scrivere. La Linotype giustifica automaticamente la linea realizzata (line of type) e la trasforma in una riga di piombo, già pronta per l’assemblaggio in pagina. Comporre un volume diventa veloce e produttivo! I maggiori editori italiani hanno trovato il loro partner di fiducia.

1957
1957

Rompiamo la censura

Il Dottor Zivago

Pubblicato in anteprima mondiale in Italia il 15 novembre 1957 dalla Feltrinelli, che ha battuto la concorrenza di editori americani e francesi, Il dottor Živago è stato un successo planetario. Il romanzo di Boris Leonidovič Pasternak (unica opera dello scrittore, che gli valse il premio Nobel per la letteratura nel 1958) ha visto, infatti, solo in un anno 31 edizioni.  La prima copia? É uscita dalle rotative di LTV.

1958
1958

Una prima importante

Il Gattopardo

Il Gattopardo è un caso letterario internazionale. Fu Feltrinelli a intuirne il potenziale, mentre Mondadori e Einaudi ne rifiutarono la pubblicazione, commettendo un clamoroso errore di valutazione. Giorgio Bassani, allora editor responsabile della sezione narrativa Feltrinelli, ne comprese il valore. Nel 1959 il testo ricevette il premio Strega, divenendo il primo best seller italiano con oltre 100.000 copie vendute.

1959
1959

Anche le riviste

Anche le riviste

LTV non è soltanto libri. Per più di vent’anni abbiamo stampato “Sipario”, un caso di successo tutto italiano. Il mensile, incentrato su teatro, balletto, opera lirica, cinema, scenografia, televisione e arti visive, fu fondato a Genova nel 1946 da Gian Maria Guglielmino e Ivo Chiesa. Nel 1947 divenne proprietà della casa editrice Bompiani che, da 1959 fino alla chiusura della rivista, ne affidò la stampa alla nostra tipografia.

1964
1964

Proibito nelle scuole!

Proibito nelle scuole!

Un vero e proprio classico scritto da Gabriella Parca, un’opera per che prima affronta le tematiche sociali relative alla differenza dei sessi, alla condizione femminile in Italia. La terza edizione, edita da Parenti nel 1960, comprende una prestigiosa presentazione di Pier Paolo Pasolini. Da LTV è uscita la stampa di questo libro, ai tempi proibito in tutte le scuole d’Italia.

1970
1970

La litografia per avere la stampa “piatta”

La litografia per avere la stampa “piatta”

La seconda vera rivoluzione della stampa è l’avvento della litografia. Questa nuova tecnica sfrutta la reciproca repulsione fra acqua e sostanze grasse, concetto ben noto fin dall’antichità. La litografia (dal greco lìthos, “pietra” e gràphein, “scrivere”) è basata sull’utilizzo di una matrice piana: grafismo e contrografismo sono sullo stesso livello. Le prime matrici sono delle pesantissime pietre calcaree.

1971
1971

Una proposta che non potevamo rifiutare

Una proposta che non potevamo rifiutare

“Il Padrino” (The Godfather) di Mario Puzo fin dall’anno di uscita, il 1969, fu uno straordinario successo editoriale non solo negli Stati Uniti, ma anche in Inghilterra, Germania, Francia e Italia. Don Vito, con tutte le vicende di questa famiglia di origini italiane appartenente alla mafia, arrivò sui nostri tavoli per la prima edizione italiana Dall’Oglio, e da allora non se ne è mai andato. Ogni ristampa, ancora oggi, è fatta in LTV.

1973
1973

Quarant’anni di Regione Lombardia

Quarant’anni di Regione Lombardia

Dal 1973 LTV stampa il Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia, strumento ufficiale di comunicazione istituzionale dell’amministrazione regionale. Con le deliberazioni di Consiglio e Giunta, ma anche atti amministrativi, provvedimenti degli enti locali, avvisi di gara e bandi di concorso, per quarant’anni è stato un – fino alla sua digitalizzazione – è stato affidato alle nostre rotative.

1978
1978

Il primo processo

Il primo processo

È il marzo 1978, Feltrinelli pubblica “Giovanni Leone, la carriera di un presidente”. Chicca ormai introvabile, raggiunge 24 edizioni e 700.000 copie, ma dopo la condanna nei tre gradi di giudizio quelle pagine furono destinate al rogo, mentre la famiglia Leone venne risarcita con 600 milioni di vecchie lire. Dal processo La Tipografica Varese esce integra: non c’è responsabilità di controllo dei contenuti per lo stampatore.

1982
1982

I primi passi dell’elettronica

I primi passi dell’elettronica

La scomposizione dell’immagine fotografica in 4 canali (cyan, magenta, giallo e nero) tramite appositi scanner, consente la riproduzione stampata di qualsiasi effetto cromatico. Per affrontare le sfide di un mercato sempre più esigente, La Tipografica Varese allarga il proprio parco macchine, dotandosi di nuove macchine per stampa in quadricromia, di cui 2 rotative Timson e 1 Kba 8 colori per stampa in b/v .

1983
1983

Una generazione di sognatori

Una generazione di sognatori

Ventimila leghe sotto i mari o Dalla Terra alla Luna fanno parte dei 54 romanzi che compongono I Viaggi straordinari (Voyages extraordinaires), scritti dal francese Jules Verne alla fine dell’ ‘800. Storie che hanno saputo coniugare elementi fantastici ed elementi realistici romanzati, che hanno accompagnato e accompagnano i viaggi avventurosi dei più piccoli. Per l’editore Mursia, negli anni ’80 LTV ha stampato le edizioni con le copertine originali di Jules Hetzel.

1990
1990

Arrivano le lastre!

Arrivano le lastre!

L e matrici di stampa si assottigliano fino a diventare delle leggere lastre di alluminio che permettono di essere montate su cilindri. La litografia diventa stampa offset, una stampa indiretta che si basa sul trasferimento del grafismo dalla lastra inchiostrata ad un cilindro gommato (caucciù) e infine sulla carta. Tale processo è tuttora il più utilizzato al mondo, sia nella stampa a foglio che in quella a bobina.

1994
1994

Un milione di copie? Facile!

Un milione di copie? Facile!

“Va’ dove ti porta il cuore”, scritto da Susanna Tamaro e pubblicato da Baldini e Castoldi, è stato il primo best seller degli anni ’90 e, nel 2011, inserito nei 150 «Grandi Libri» che hanno segnato la storia d’Italia. La lunga epistola, forma a cui nel romanzo un’anziana signora affida una confessione sulla famiglia indirizzata alla nipote, ha coinvolto ed emozionato 16 milioni di lettori in tutto il mondo. Il nostro record? Un milione di copie in pochi giorni.

1994

Cuciti con il cotone, come una volta

Cuciti con il cotone, come una volta

Volumi fotografici di prestigio, codici amministrativi, libri religiosi, tutti accumunati da una grande attenzione alla qualità. La cucitura a filo refe e la confezione cartonata garantiscono a questi prodotti una grande tenuta nel tempo, conferendogli il prestigio e l’eleganza che li contraddistingue. In LTV, le 2 linee automatiche di cucitura con raccolta in linea, sono un mix di alta tecnologia e qualità.

2000
2000

Il “most trusted dictionary in the world”

Il “most trusted dictionary in the world”

Con 600.000 parole, 3 milioni di citazioni e oltre 1.000 anni di inglese, l’Oxford English Dictionary è un’opera monumentale. Lo storico dizionario della lingua inglese antica e moderna, pubblicato dalla casa editrice Oxford University Press, è il ”più stimato”” del mondo. Con questa stampa LTV è sbarcata nel mercato del Regno Unito.

2006
2006

L’ultima volta del dizionario del cinema… in un volume solo!

L’ultima volta del dizionario del cinema… in un volume solo!

É un must per tutti gli appassionati di cinema. Ma al dizionario enciclopedico di cinema – curato dal critico Paolo Mereghetti, pubblicato da Baldini & Castoldi Dalai editore e uscito dalle nostre rotative – spetta un altro primato. Con i suoi 8,2 centimetri di altezza, Il Mereghetti: Dizionario dei film, nell’edizione del 2006, è il libro più spesso realizzato in maniera industriale.

2008
2008

Colle per tutte le necessità… e i climi!

Colle per tutte le necessità… e i climi!

Il mondo commerciale richiede la disponibilità di un’ampia gamma di prodotti e tempistiche sempre più ridotte. La risposta de La Tipografica Varese passa da 3 linee di brossura con caricamento automatico e lettura ottica delle segnature. Un sapiente utilizzo di differenti colle garantisce la confezione di volumi fresati, notch bound e otabind, dai formati più piccoli dei dizionari tascabili fino a quelli dei tabloid.

2015
2015

Sbarchiamo in Africa

Sbarchiamo in Africa

Il Gabon è uno stato situato nell’Africa Centrale, a cavallo dell’Equatore. Per questo vasto continente, nel pieno del suo sviluppo e con prospettive di crescita interessanti, LTV ha iniziato a stampare, per la prima volta, le Pagine Gialle.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici) e per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy